Ci sono alcune cose che non tornano nella vicenda della società ARDIMA di cui il ministro del Lavoro Di Maio è socio al 50%.
Sono certa che ci siano delle risposte, per questo chiedo.

Non mi interessa la disfida tra padri che sappiamo essere stati ingiustamente accusati e padri probabilmente colpevoli.
Mi interessano le responsabilità dirette del ministro del Lavoro Luigi Di Maio, socio della società ARDIMA SRL.

Ecco cosa non torna:
– la società non ha dipendenti (immagine 1).
La società del Ministro del lavoro non lavora, o fa lavorare tutti in nero?
– perché il ministro dice che ha costituito la società nel 2012 (immagine 2), ma non l’ha dichiarato nella documentazione patrimoniale alla Camera nel 2013 (immagine 3 e 4. Tra l’altro nel 2013 mancava anche la dichiarazione dei redditi)?

2018-11-29T15:14:55+00:00