In queste ore arrivano finalmente dal Consiglio di Amministrazione della Statale alcune informazioni importanti sul futuro di CittàStudi e del nuovo Campus scientifico ad Expo. Sono notizie che chi abita e lavora a Città Studi aspetta da tempo:

1. La Statale ha finalmente chiarito il nodo della copertura finanziaria del progetto. La spesa complessiva prevista è di 335 milioni di euro: la Statale conta sui 135 milioni di finanziamento pubblico e si impegna per 58 milioni già a bilancio. Il restante ammontare verrà messo da LandLease, a cui la Statale pagherà un affitto di 20 milioni di euro per 30 anni, pari a quanto la Statale oggi spende per la gestione di Città Studi;

2. Non si venderà il patrimonio immobiliare a Città Studi;

3. Il CdA ha già inserito nel piano triennale di sviluppo uno stanziamento di 20 milioni per la ristrutturazione del complesso di via Celoria, 8 milioni per via Mercalli e altri 13 milioni per tutti gli altri interventi di messa in sicurezza degli edifici;

4. La Statale conferma che la ex-Facoltà di Veterinaria accoglierà il Dipartimento di Beni culturali e ambientali e un Centro studi comprendente il Museo per i diritti umani.

Finalmente un po’ di chiarezza da parte della Statale su un progetto che incide fortemente sull’attrattività universitaria della città e sul destino di un quartiere ricco di storia che fa parte dell’identità di Milano. A settembre chiederò un incontro al nuovo Rettore per discuterne e per capire l’altra grande questione lasciata ancora in sospeso, cioè quella della tempistica dei lavori.

2018-09-27T11:20:23+00:00