Sono passati 17 anni dai fatti del G8 di Genova. Al governo si era appena reinsediato Silvio Berlusconi e furono un trauma terribile per l’Italia, le cui responsabilità sono state certificate dalla Corte europea dei diritti dell’uomo che ci ha condannato per tortura e trattamenti inumani o degradanti.

La ferita è ancora aperta. L’Italia non è riuscita a sanarla completamente, anche per il percorso giudiziario tortuoso durato più di dieci anni, nel corso dei quali si sono verificate nuove gravissime violazioni come quelle che sono costate la vita a Stefano Cucchi.

Sono ferite che indeboliscono l’Italia e le sue istituzioni. Con Alessandro Fusacchia abbiamo presentato una proposta di legge che istituisce una Commissione indipendente per promuovere e vigilare sul rispetto dei diritti umani fondamentali. Uno strumento di protezione per tutte e per tutti, che consolida la nostra cultura giuridica e rende l’Italia più credibile e più forte nel mondo.

Ringrazio Filippo Di Robilant e Amnesty International Italia e tutti gli autorevoli giuristi ed esperti di diritti umani che sostengono pubblicamente la nostra proposta. Speriamo che sia un obiettivo sul quale è ancora possibile raccogliere consenso trasversale in Parlamento.

Qui trovate l’articolo della Stampa.

 

2018-09-26T16:22:41+00:00