Congresso in tempi brevi e certi, per confrontarci sulle sfide per l’Italia e per l’Europa di domani.
Capisco che in momento di crisi come quello che stiamo vivendo sia più semplice il gioco dei nomi, ma io credo che il PD debba ripartire dalla discussione e da idee nuove. Non dobbiamo aggrapparci all’unico candidato che finora si è fatto avanti, ma costruire le condizioni per una dibattito politico vero, ricco e profondo.

Di seguito la mia intervista ad Affaritaliani:

di Fabio Massa

Lia Quartapelle, membro della segreteria nazionale del Partito democratico in un’intervista ad Affaritaliani.it Milano parla del congresso Dem: “Occorre farlo subito, altrimenti rischiamo di morire. Zingaretti? Non ho alcun accordo. E spero che ci saranno altre candidature”.

Leggi l’intervista di Affaritaliani.it Milano

Lia Quartapelle è vero che ha un accordo con Nicola Zingaretti? 
“Io no ho alcun accordo, anzi spero che ci siano più candidati. Abbiamo bisogno di confronto di idee. E per avere più idee servono più persone che si mettono in gioco.

Che tipo di idee?
Penso a idee radicali. Purtroppo il riformismo in questi anni è diventato difesa dello status quo. Io credo che abbiamo l’occasione, visto che siamo all’opposizione, di adottare idee più coraggiose, più radicali.

Lei si candiderà?
Io non mi candiderò. Voglio però dire che è importante fare presto.

Congresso subito?
Congresso il prima possibile. Rischiamo davvero di morire mentre aspettiamo. Penso inoltre che se ci aggrappiamo a un unico candidato non facciamo qualcosa che fa del bene al partito.

2018-09-13T19:57:19+00:00