YELN Foto

“Oggi a Roma abbiamo raccolto una nuova sfida per rilanciare lo sviluppo economico e sociale e rafforzare la fiducia dei cittadini nel progetto d’integrazione europea. Pur appartenendo a famiglie politiche diverse, sono proprio i più giovani tra gli eletti nelle assemblee parlamentari europee ad essersi dimostrati capaci di definire un terreno d’incontro. Un terreno che ci proponiamo di coltivare insieme, per riprendere finalmente in mano il destino delle giovani generazioni”. Lo dichiarano la deputata PD Anna Ascani, Presidente dell’Intergruppo giovani della Camera dei Deputati, insieme agli europarlamentari tedesca, Terry Reintke, e italiano, Brando Benifei, rispettivamente co-presidente e vicepresidente dell’Intergruppo giovani del Parlamento Europeo, al termine dell’evento di lancio della rete interparlamentare europea under-40 (Young European Legislators Network).

Questa mattina sono confluiti a Roma giovani parlamentari da tutta l’Europa, che hanno partecipato al dibattito moderato dal parlamentare ed ex-ministro britannico dell’università e della ricerca, David Willetts, con il direttore dell’Agenzia federale del lavoro tedesca, Wolgang Mueller, con il presidente dei giovani imprenditori australiani, Jeremy Liddle, e con il responsabile per gli affari internazionali dei giovani di Confindustria, Luca Donelli. Il dibattito è integralmente visibile sul sito web della Camera dei Deputati.

“La crisi ha inciso fortemente sulla vita e sulle opportunità dei più giovani. Per questo, la nostra priorità assoluta è lottare contro la disoccupazione giovanile e promuovere l’integrazione di un mercato del lavoro europeo flessibile e sicuro”, ha spiegato la deputata Francesca Bonomo dopo l’approvazione della Carta d’intenti del YELN (Statement of Intents), vero e proprio atto istitutivo del network. “Compito della rete sarà spingere in modo unitario le politiche per i giovani in Europa e promuovere e scambiare le best practices avviate nei rispettivi Paesi”.

“I giovani europei chiedono risposte. Ci chiedono di combattere la discrepanza tra la domanda e l’offerta nel mercato del lavoro, assicurare possibilità di impiego e favorire la creazione di un capitale umano qualificato per affrontare le nuove sfide globali”, ha detto la deputata PD Lia Quartapelle, che ha aggiunto, “è molto positivo che sia l’Intergruppo giovani italiano ad avere offerto l’impulso politico per la costituzione del Young European Legislators Network. Ora bisognerà assicurare costanza alla cooperazione tra i giovani parlamentari, affinché il lavoro portato avanti fino a qui non vada disperso”.

Un invito che è stato immediatamente raccolto dal parlamentare tedesco Marian Wendt, che ha annunciato che il Bundestag ospiterà la prossima riunione della rete YELN, che si terrà dunque a Berlino già nel prossimo autunno.
2015-03-23T18:29:25+00:00