2 anni di governo Renzi: è tempo di bilanci

Tag: , , , , , , , , ,

Tra pochi giorni questo governo compie due anni, e viene naturale fare un bilancio, anche per evitare gli spot autocelebrativi e valutare inevitabili critiche. Due anni sono un tempo sufficiente per andare oltre la rottamazione, che pure c’è stata, e le promesse elettorali. E sebbene siamo soltanto all’inizio, e questo non è che un punto di partenza e non di arrivo, i traguardi raggiunti sono stati molti ed importanti, ed io non posso dirmi che onorata e fiera di far parte di questo percorso.

Oggi siamo sulla strada giusta: abbiamo una nuova legge elettorale, è in fase di approvazione, la riforma del Senato, la cui esigenza si sentiva da decenni e che segnano un svolta nella direzione della governabilità, punto debole Italiano si dal dopoguerra. La riforma del mercato del lavoro, che con il Jobs Act ha visto un aumento considerevole dei contratti a tempo indeterminato ed ha favorito il calo della disoccupazione giovanile di 6 punti percentuali. C’è ancora molto da fare sia per i giovani, una delle priorità di questo governo, che per la fascia over-50 e il governo continuerà a lavorare in questa direzione. E ancora la Buona Scuola, che ha introdotto maggiore autonomia ed efficienza nella gestione delle risorse, percorsi di alternanza scuola-lavoro e Innovazione digitale, per una scuola in linea con le esigenze di una società in rapida evoluzione.

E per venire ai temi che più mi competono, il governo non si è tirato indietro di fronte all’emergenza migranti e non ha abdicato al suo dovere di accoglienza, allo stesso tempo cercando una sponda in un’ Europa a cui chiede sostegno e solidarietà per una strategia comune sull’immigrazione fatta di cooperazione e non di muri. La stessa Europa cui, in questi giorni, il governo Italiano (forte del più basso deficit registrato negli ultimi 15 anni) chiede maggiore flessibilità e più attenzione al sociale e alla crescita, a fronte di una ricetta di austerity che ha mostrato i suoi limiti. E infine, c’è la riforma della cooperazione internazionale, che riconosce una collaborazione tra Paesi partner e non subordinati, con l’obiettivo comune di combattere la povertà, tutelare i diritti umani, prevenire i conflitti e rafforzare vicendevolmente le istituzioni democratiche.

Questa è la direzione verso l quale stiamo lavorando. Qui i traguardi raggiunti, ancora due anni di altre iniziative.

In occasione dei due anni dall’insediamento del governo Renzi, la Presidenza del Consiglio ha realizzato del materiale da riassuntivo ed emblematico delle principali scelte compiute, con il determinante contributo del nostro gruppo parlamentare.

Ecco il video: #ventiquattro, due anni di governo

Qui invece le slides con i risultati più significativi delle riforme:

http://www.governo.it/sites/governo.it/files/slide-2annidigoverno.pdf.

2-anni-di-governo-renzi-in-numeri-1-638